II GIORNATA DELLO SPORT SENZA FRONTIERE - VINCIAMO IL RAZZISMO
2008
Sport senza frontiere 2008
Firenze Genova Pianoro Roma Venezia

COMUNICATO STAMPA
CONVOCAZIONE CONFERENZA STAMPA
Seconda Giornata dello Sport senza frontiere - Vinciamo ogni discriminazione

Giovedì 13 marzo, alle ore 12.30, in Largo Chigi 19 (Salone monumentale ), Paolo Ferrero, Ministro della Solidarietà Sociale, Giovanna Melandri, Ministro per le Politiche Giovanili e le Attività Sportive e Barbara Pollastrini, Ministro per i Diritti e le Pari Opportunità, presenteranno gli eventi della Seconda Giornata dello Sport senza frontiere - Vinciamo ogni discriminazione.

La manifestazione, che si terrà nell’ambito della settimana europea d’azione contro il razzismo, toccherà- tra il 15 ed il 16 marzo- 12 città italiane: Bologna, Firenze, Foggia, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma, Sassari, Terni, Venezia.

Al cricket, protagonista delle manifestazione del 2007, si sono aggiunti, nella seconda edizione della giornata, il tennistavolo e il badminton, discipline sportive particolarmente diffuse tra i migranti che provengono soprattutto dall’Asia.

Alla conferenza stampa saranno presenti inoltre Simone Gambino, Presidente della Federazione Cricket Italiana, Francesco Sciannimanico, Presidente della Federazione italiana Tennistavolo ed Antonio Amatulli, Segretario Generale della Federazione Italiana Badminton. 

Roma, 11 marzo 2008


Poster della manifestazione

Poster in bengali per la manifestazione in Piazza Vittorio a Roma
COMUNICATO STAMPA
SPORT SENZA FRONTIERE – VINCIAMO OGNI DISCRIMINAZIONE
(15 e 16 MARZO 2008)

 ANCORA UNA VOLTA IL CRICKET SENZA FRONTIERE

“Siamo lieti di poter partecipare, dopo la positiva esperienza dello scorso anno, alla seconda giornata dello Sport senza frontiere” ha dichiarato Simone Gambino, presidente della Federazione Cricket Italiana.

“A nome della Federazione – prosegue il Presidente - esprimo il mio ringraziamento alle istituzioni nazionali e locali che hanno creduto fortemente in questa manifestazione, il cui scopo è proprio quello di dimostrare quanto lo sport possa essere un prezioso strumento per costruire una società più inclusiva ed aperta”.

Da anni, la FCrI lavora per superare le frontiere, per consentire a quanti amano il cricket di poterlo praticare nel migliore dei modi offrendo loro tutto il supporto necessario.

Occasioni come questa Giornata dello Sport senza Frontiere contribuiscono a valorizzare una esperienza che, non senza fatica, continua a crescere diventando, a tutti gli effetti, un prezioso strumento per l’integrazione dei migranti nel nostro paese.

Sono infatti moltissimi i tesserati della Federazione provenienti in particolare dal sub-continente indiano che ritrovano in Italia la possibilità di giocare a cricket. Uno sport ma anche molto di più: uno stile di vita ed una tradizione culturale, nel nostro paese così come nel loro paese d’origine.


Sport senza frontiere - EDIZIONE 2007

© Federazione Cricket Italiana 2007 - Tutti i diritti riservati
A cura di Luca Bruno
Risoluzione consigliata: 1024x768x16,8 milioni di colori o superiore