Cricket

LA STORIA DEL CRICKET

Il cricket, sport anglosassone per eccellenza nasce tra il XIV ed il XV secolo nel sud dell'Inghilterra. E' un tipico figlio dell'emergente classe borghese, fatto questo dimostrato dallo svolgimento delle prime partite fra squadre costituite dai guilds, l'equivalente delle corporazioni dantesche.

In Italia le prime notizie risalgono alla fine del XVIII secolo. Infatti , nel 1793 fu giocato un incontro a Napoli tra due squadre formate da equipaggi della flotta di Lord Nelson. L'anfitrione di quella partita fu un colonnello dell'esercito borbonico, a nome Maceroni, che altra traccia storica non ha lasciato se non come primo patrocinatore del cricket italiano. 

Un secolo dopo, nel 1893, veniva fondato il Genoa Cricket & Football Club, composto inizialmente da soli inglesi che alternava al cricket, nella stagione invernale, il football. A riprova di ciò, 8/11 della squadra che vinse nel 1898 il primo scudetto calcistico era formata da inglesi fra i quali spiccava il mitico James Richardson SPENSLEY, un medico capace di alternarsi con egual destrezza tra i pali o al centro dell'attacco. Il Genoa fu seguito dal Milan e dall'Internazionale Torino, poi divenuta Juventus, tutti club nei quali nel giro di 10 anni il cricket dovette fare strada all'emergente calcio.

Precedente e non dissimile dall'Italia è stato il percorso del cricket oltreoceano in cui è passato da gioco dominante prima della guerra di secessione ad attività marginale già a fine secolo, soppiantato dal suo derivato sintetico ed attuale sport leader americano: il baseball. 

Seppur su scala ridotta, il cricket ha iniziato a globalizzarsi dopo il secondo conflitto mondiale in coincidenza con la concessione dell'indipendenza ai Dominions. Attualmente la geografia dei Full Members dell'International Cricket Council comprende dieci paesi dove si gioca il Test Cricket, la forma per antonomasia del gioco con partite della durata di 5 giorni. L'Asia è dominante con i quattro paesi del sub - continente (Bangladesh, India, Pakistan e Sri Lanka), seguita da Africa (Sud Africa e Zimbabwe) ed Oceania (Australia e Nuova Zelanda) con due, per finire con Europa (Inghilterra) ed America (Indie Occidentali) con uno.

Negli ultimi vent'anni sotto la spinta di due magnati televisivi australiani, dapprima Kerry Packer proprietario della rete terrestre Channel 9 e successivamente Rupert Murdoch padrone del colosso satelittare Sky, il cricket si è rivoluzionato trovando nel gioco ad over (serie di 6 lanci) limitati, la sua dimensione internazionale. Di questo nuovo cricket fa parte anche l'Italia, attualmente piazzata intorno alla ventesima posizione mondiale. 

Il cricket da noi ha ripreso gradualmente vigore negli anni sessanta. A Roma con la creazione di un campo nella Villa Doria Pamphili, a Milano con la nascita del Milan Cricket Club da cui è scaturito anche un capitano della nazionale inglese, Ted Dexter. Tuttavia, è solo con la nascita della Associazione Italiana Cricket il 26 novembre 1980 che il gioco ha cominciato ad essere praticato in modo regolare e continuativo.